L’occhio della provvidenza

Anno

2017

Categoria

Decorazione

Tecnica

Pittura lavabile su muro

Verona, appartamento di una coppia di giovani ragazzi che stanno per diventare genitori.
La casa è situata in un palazzo storico del 1920. L’interno mantiene qualche elemento degli anni ‘70, da degli affreschi in zona giorno appena restaurati a dei dettagli nel soffitto, un piccolo scacco geometrico con trave portante che gli fa da cornice.

La coppia vorrebbe decorare l’ingresso, richiamando ciò che di decorativo è già presente nella casa, dando però anche un tocco di contemporaneità e uno stile orientale, a cui Maddalena è molto affezionata. Francesco ci chiede di inserire l’occhio della provvidenza come simbolo di buona fortuna.

Le richieste all’inizio sembravano molto diverse tra loro, ma sapete com’è… Io delle sfide non posso fare a meno.

I tratti presenti nelle greche fanno uscire delle forme geometriche, che saranno il tema portante della decorazione. I colori tenui, tra gli azzurri e il mattone ricordano la tranquillità delle tinte giapponesi.

E lì, nascosto nel passaggio tra l’ingresso e il salotto, ecco l’occhio della provvidenza, che un po’ ti fa l’occhiolino quando passi se alzi lo sguardo e, vigile protegge gli abitanti della casa.

Opera eseguita in collaborazione con AUTEM

Casa Tosuki

Articolo precedente
Bolle di colore
Articolo successivo
Geometrie soffuse

Altri progetti

Menu